Comunicati

Ecco la posizione del PLR sui temi cantonali e federali in votazione il prossimo 9 giugno.

Leggi tutto

«Sono motivato a continuare come presidente, e a servire il partito. Ho promesso di avere le energie per andare oltre a una semplice presidenza di legislatura quadriennale, dedicandomi per due mandati. Questa promessa la mantengo, perché energie, idee e motivazioni non mancano. Il triplo appuntamento elettorale, ma non solo, ha permesso di rilevare tutti gli aspetti da migliorare, e siamo già al lavoro da tempo per continuare a cambiare e innovare il nostro partito». Manca ancora molto al congresso del Plr, previsto per febbraio 2025, mail suo presidente Alessandro Speziali rompe gli indugi e in un lungo colloquio con ‘laRegione’ parla a tutto campo di dove vuol portare i liberali radicali, in che modo e, soprattutto, capendo cosa non ha funzionato. Perché non è stata una presidenza solo di rose e fiori, finora. Certo, la pandemia, la guerra tornata in Europa, l’inflazione, il potere d’acquisto in crisi. Ma anche questioni più di partito, come la non elezione di Alex Farinelli al Consiglio degli Stati, o le due poltrone perse in Gran Consiglio. «Ma è un Plr che sta tornando tonico», sottolinea Speziali: «A livello nazionale l’Fdp ha capito, finalmente, che occorre essere più trasversali, interclassisti e capaci di parlare di temi più concreti e quotidiani come la scuola, assente dai radar del partito nazionale, o essere più attenti alle Pmi rispetto che solo ai grandi centri economici».

Intervista di Jacopo Scarinci, LaRegione, 14 maggio 2024

Leggi tutto

Il Ticino deve chiedere a Berna di eliminare le storture che ci penalizzano per decine di milioni di franchi.

Leggi tutto

Il PLR sostiene i dipendenti pubblici operosi e che meritano fiducia e si oppone alla strumentalizzazione politica della scuola

Leggi tutto

Ecco le indicazioni di voto del PLR verso le votazioni federali del prossimo 3 marzo.

Leggi tutto

Avevamo ingenuamente pensato che la raccolta delle firme contro la riforma tributaria potesse evitare parole e toni non giudicanti e moralisti. Così non si è dimostrato visti gli slogans utilizzati. “Regalo ai ricchi” si è continuato a sentire. Ma poi? Il vuoto. Nessuna argomentazione vera, nessuna analisi e comparazione che potesse suffragare le argomentazioni dei referendisti. Altri slogan, con richiamo alla disfatta delle prestazioni sociali, degli aiuti ai disabili e via di seguito.

Leggi tutto

L’acquisto dello “Stabile EFG” sarà sottoposto a referendum, ma è un’occasione da non perdere.

Leggi tutto

Con l’accettazione del Preventivo, scongiurato lo stallo del Cantone e l’aumento delle imposte.

Leggi tutto

Un incontro con l’obiettivo di rafforzare l’asse Mendrisiotto-Berna e far fronte in modo diretto ed efficace alle molte sfide che la regione è chiamata ad affrontare. È quello andato in scena ieri sera a Mendrisio e che ha visto protagonisti i Consiglieri nazionali Alex Farinelli e Simone Gianini, il presidente Alessandro Speziali e una numerosa delegazione di attori impegnati sul territorio guidata dalla presidente distrettuale Marie-Claude Tela. Un incontro che è servito per fare il punto su temi quali la mobilità, lo sviluppo del territorio, le sfide della migrazione, il futuro degli accordi con l’Unione Europea e l’attrattività del Mendrisiotto nel contesto dei poli di ricerca e dei centri di competenza cantonali.

Leggi tutto

Il ricordo di Cesare Valsangiacomo di Morena Ferrari Gamba, Presidente del Consiglio comunale di Lugano, PLR.

Leggi tutto